Il baritono americano Eugene Villanueva sta diventando uno dei più promettenti artisti di talento della sua generazione. Le critiche hanno lodato lui per un “strumento corposo e risonante", "la linea che scorre legata",  "la splendida vocalità unita ad una declamazione appassionata" e "ad una dizione esemplare”.

Originario di San Francisco, si è esibito in molti prestigiosi teatri e festival internazionali tra cui la San Francisco Opera (USA), il Festival d'Aix-en-Provence (Francia), il Teatro Comunale di Bologna (Italia), il Festival Puccini (Italia), il Michigan Opera Theater (USA), il Teatro di Basilea (Svizzera), il Teatro Nazionale di Braunschweig (Germania) e il Gran Teatro di Shanghai (Cina), e molti altri. Il suo repertorio include diversi protagonisti come Don Giovanni e Eugene Onegin, Rodrigo (Don Carlo), Figaro (Il barbiere di Siviglia), Belcore (L'elisir d'amore), Malatesta (Don Pasquale), il Principe Jeletskij (La dama di picche), Danilo (La vedova allegra), Marcello & Schaunard (La bohème), Lescaut (Manon), Albert (Werther), tra gli altri.

Ha debuttato alla Carnegie Hall nel 2008 e vi è ritornato nel 2011 & 2017. È stato un membro della Fondazione di Marilyn Horne, che l’ha presentato a New York e in Pennsylvania (USA). Ha tenuto concerti per le prestigiose Schwabacher Debut Recital Series di San Francisco Opera e per il New York Festival of Song. È stato anche presentato alla prestigiosa serie Podium der Jungen con la NDR Radiophilharmonie germanica.

Come solista si è esibito con orchestre come l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la San Francisco Symphony (USA), la Los Angeles Philharmonic (USA), l’Orchestra Toscanini di Parma, l'Orchestra della Radio NDR (Germania) e l’Orchestra della Svizzera Romanda neiCarmina Burana di Orff, nei Requiem di Fauré e di Brahms, nelle Old American Songs di Copland, nei Canti di Viaggio di Vaughan Williams, nel Te Deum di Dvorak e nelle Avventure e Nuove Avventure di Ligeti.